Come trovare lavoro in Francia

Per trovare un lavoro in Francia dovete avere un Curriculum vitae in francese, una lettera di motivazione, il giusto spirito e le giuste dritte.

  • Come trovare lavoro in Francia

Cercare un lavoro in Francia è come cercare un lavoro in Italia, ma questo non significa che dovete fare esattamente le stesse identiche cose e proporvi nella stessa identica maniera.

Per lavorare in Francia non avete bisogno di documenti specifici, presentatevi pure così come mamma vi ha fatti! L’unica cosa che potrebbe esservi richiesta è il numéro de securité sociale (una specie di codice di identificazione), non preoccupatevi, vi verrà fornito al vostro primo impiego. In quanto persone appartenenti alla comunità europea non avete bisogno della Carte Vitale, potete tranquillamente fornire la vostra tessera sanitaria europea.

Lione è una grande città, trovare un lavoro non sarà difficile, ma essere assunti potrebbe esserlo :-), specialmente se non conoscete la lingua, a tal proposito vi consiglio di visitare questa pagina, nella quale troverete informazioni sui corsi gratuiti di francese a Lione.

A Lione vivono molti italiani e non pochi tra loro lavorano nella ristorazione, se col francese non siete un granché vi consiglio di provare a rivolgervi a loro per un primo impiego, potrebbero trovare qualcosa da farvi fare. Ma come trovarli?

Come vi ho già consigliato, iscrivetevi al gruppo facebook “Italiani a Lione” (se non vivete a Lione, esistono questi gruppi per ogni città). Spesso pubblicano annunci di lavoro, in ogni caso potete scrivere direttamente sulla bacheca per domandare aiuto!

SITI PRINCIPALI PER CERCARE LAVORO IN FRANCIA

Pole Emploi – Leboncoin – Indeed – Monster – JobLyon –  Studyrama – VilledeLyon

Ecco qua, invece, alcuni siti per cercare lavoro in ambiti artistico/culturali Arald – ProfileCulture – JobCinéma – BiblioEmplois – Theatre – JobCulture e ObjectifCulture, quest’ultimo è un sito che propone un elenco di siti per trovare lavoro in ambito culturale.

Se invece volete arrotondare, ecco qui alcuni siti dove trovare lavori occasionali come baby sitter, aiuto per la casa, assistenza anziani, catsitter, insegnare una lingua e altro:

Nounou-top – Care – StudentJob  – YoppiesPreply

Fate attenzione alle truffe, specie sul sito Care. Se vi dicono che non sono in città e vi chiedono direttamente la mail o i vostri dati, allora non rispondete.

Pole emploi, come funziona?

La prima cosa da fare quando si cerca un lavoro in Francia, soprattutto se non si sa bene come muoversi, è iscriversi al Pole Emploi.

La procedura è molto semplice, vi connettete sul sito e vi iscrivete direttamente da lì (tenete sotto mano i vostri documenti e il vostro CV), alla fine dell’iscrizione vi verrà assegnato un appuntamento. Di solito, la data è circa un mese dopo la richiesta, quindi vi conviene iscrivervi subito!!

Il Pole Emploi offre anche corsi di lingua pagati, esatto, avete capito bene, vi pagano per imparare il francese, ma solo se avete un livello basilare.

Il Pole Emploi può esservi d’aiuto per ogni aspetto dell’inserimento lavorativo. Vi spiegheranno come cercare efficacemente le proposte lavorative, le formazioni e gli stage. Vi daranno un supporto personalizzato nella vostra ricerca lavorativa tramite l’impostazione del CV e della lettera di motivazione, aiutandovi nei colloqui e dirigendovi a una ricerca mirata in base alle vostre esperienze e capacità acquisite.

Il Pole Emploi è anche l’organo a cui dovete fare riferimento se volete chiedere la disoccupazione francese o se beneficiate dell’RSA.

Una volta iscritti vi verranno dati degli appuntamenti a cui avete l’obbligo di presenziare, quindi fate attenzione a non mancarli. In quanto richiedenti lavoro, ogni mese dovete aggiornare la vostra situazione sul conto on-line, se questa operazione non viene eseguita rischiate di essere disiscritti. Nella dichiarazione conta qualsiasi genere di lavoro che avete effettuato, anche l’extra di una giornata, una formazione, uno stage ecc.

NON RIUSCITE A TROVARE UN LAVORO

Se avete difficoltà a trovare un lavoro fisso, non disperatevi. Contattate le agenzie di Intérim, se siete bravi vi chiameranno molto spesso. Oppure, proponetevi nelle grandi catene alberghiere (Mercure, Ibis, Sofitel, Novotel…), cercano sempre qualcuno come extra, in particolare per la mansione di “femme de chambre” e “voiturier“, se il primo lavoro è molto pesante, il secondo è veramente conveniente, anche perché lavorerete di notte e quindi beneficerete di un percentuale in più sul vostro stipendio. In ultimo, se rispettate i requisiti d’età potreste impegnarvi per il servizio civile francese. 


-Guadagnare con un click?-

Se state cercando un modo per guadagnare qualche euro con un click, potete approfittare delle diverse applicazioni commerciali disponibili.

Guadagnare con un click  non è propriamente possibile, ma non è neanche del tutto una truffa. Esistono delle applicazioni che vi permettono di fare qualche euro in cambio di foto di prodotti e di negozi, e compilazione di moduli.

APPLICAZIONI PER GUADAGNARE

LocalEyes e Appjobber:  missioni commerciali. Le missioni partono da 6 euro. Attraverso una mappa sono mostrate le missioni disponibili nella vostra città. Quello che dovete fare è andare nel negozio prescelto, fare delle foto ai prodotti indicati e al negozio, per poi spedirle insieme a un modulo compilato da voi.

Sullo stesso avviso ClicWalk: non ha molte missioni, ma creare un account non costa nulla. O Roamler: iscrizione più complicata.

Oppure, Mobeye: per ora le missioni sono solo a Parigi, ma se andate a farvi un giro a Parigi perché non approfittarne. Guadagni fino a 15 euro.

RunningHereos: correre e guadagnare!! Super!! Correndo accumulerete dei punti che potete scambiare in buoni acquisto o potete dare in donazione.

  • come trovare lavoro in Francia

Contratti e stipendi

Il salario minimo in Francia, lo SMIC, è di  10,06 euro brut all’ora e 1 525,47 euro brut mensile su 35 ore (2019). Questo sarà il vostro salario minimo garantito. Il netto è 8,09 euro all’ora. Se volete farvi qualche calcolo vi linko un sito per ricavare il netto dal vostro stipendio http: http://www.salairebrutnet.fr/

I contratti principali sono il CDI, CDD, EXTRA. I lavoratori indipendenti devono avere lo statuto d’Auto-Entrepreneur.

CDI: contratto a tempo indeterminato. Diritto alle ferie, ai congedi pagati, diritto alla disoccupazione, tredicesima se concessa, 50% di sconto sui trasporti.

CDD: contratto a tempo determinato. Diritto alle ferie, ai congedi pagati, diritto alla disoccupazione, no tredicesima. 50% di sconto sui trasporti.

EXTRA: contratto occasionale a ore. Contratti per ogni giornata lavorativa, 10% del salario in più. No ferie, no congedi pagati, no disoccupazione, no tredicesima. Potete essere “licenziati” in ogni momento, nel senso che possono non richiamarvi, e non avete mai la sicurezza di quanto lavorerete durante la settimana. Dovete firmare un contratto per ogni giorno di lavoro effettuato, anche se lavorate solo per due. Le ore possono essere accumulate in un unico contratto settimanale. Conservateli tutti e verificate che tutte le ore vi vengano pagate a fine mese.

Auto-Entrepreneur: è lo statuto per esercitare in quanto lavoratore indipendente. La procedura è un po’ complessa e vi consiglio di andare a informarvi direttamente nei siti appositi. In questo caso gli aiuti della CAF, le tasse e le altre informazioni sul lavoro sono relative, è un caso specifico con una specifica regolamentazione.

***Una volta terminato qualsiasi lavoro assicuratevi vi diano i documenti per il Pole Emploi:  justificatif de travail e attestation employer. Fate la richiesta anche per i lavori con contratto da extra***

Se avete dubbi sui contratti o sulle buste paga potete rivolgervi alla Maison de l’Emploi et de la Formation.

Se vivete situazioni di stress o mobbing sul posto di lavoro, o qualsiasi problematica riguardante il vostro luogo lavorativo, potete rivolgervi all’associazione Souffrance et Travail.

AIUTI CAF

Per informazioni complementari sugli aiuti, su come funziona la Caf e come procedere all’iscrizione, andate sulla pagina Caf dal menù Vivere a Lione.

Caf per i lavoratori

Dopo tre mesi di lavoro potete fare richiesta del Prime d’activité, sia che siate in Extra sia che siate in CDI. Questa è una forma di completamento del salario, ma lo stipendio non deve superare i 1500 euro.

Chomage- disoccupazione

La disoccupazione vi viene concessa dal Pole Emploi e non dalla Caf, una volta rimasti senza lavoro dovete iscrivervi subito al Pole Emploi. Bisogna aver totalizzato almeno 610 ore di lavoro nei 28 mesi precedenti alla fine del contratto. Validità dai 4 mesi ai 24 mesi in concordanza con quanto avete lavorato. Il montante è determinato in base allo stipendio.

Nonostante l’extra non permetta di accedere alla disoccupazione, le ore effettuate in extra valgono come accumulo ore per la disoccupazione.

ARTISTI

Gli artisti beneficiano di numerosi aiuti e borse di finanziamento per i loro progetti, potete trovarli nel sito del ministero della cultura. In base al mestiere esercitato gli aiuti e i sindacati a cui rivolgersi variano.

Aiuti finanziari per intermittenti dello spettacolo: Per esempio, i musicisti, i teatranti, i ballerini ecc, possono beneficiare di uno aiuto per il ritorno all’impiego (ARE) durante i loro periodi di inattività. Per ottenerlo devono giustificare un minimo di ore pagate. Per informazioni più dettagliate, andate su questa pagina http://www.irma.asso.fr/Le-regime-d-assurance-chomage-des

CAAP: questo è il sindacato che si occupa delle arti visuali.

La maison des artistes: associazione per les artistes plasticiens.

IRMA :centro di informazione e documentazione sulla musica attuale.

CND: centro nazionale della danza.

ARTCENA: centro nazionale delle arti del circo, della strada e del teatro.

RSA

Se rimanete senza lavoro e non potete accedere alla disoccupazione, nel periodo in cui cercate un nuovo impiego potete provare a fare richiesta dell’RSA tramite la Caf.

Curriculum Vitae in Francese

Il curriculum vitae francese è completamente diverso dallo standard europeo, se avete passato una giornata a comporre e tradurre il vostro curriculum di 40 pagine secondo il modello europass, cestinatelo, fumatevi una sigaretta e pensateci domani.

Il curriculum francese è una specie di riassunto delle vostre esperienze professionali/formative e delle vostre capacità/interessi.

Dovete riuscire a far stare tutta la vostra vita lavorativa in una pagina.

Esempio di Curriculum in francese:

Evitate tutte le cose inutili e selezionate con cura quelle che si addicono al lavoro per cui vi state proponendo.

In base al lavoro per il quale vi proponete mettete in evidenza le esperienze professionali piuttosto che quelle formative e cambiate l’attestazione del CV inserendo il mestiere per il quale vi proponete (Barmaid-Réceptionniste ecc).Vi consiglio di preparare due curriculum, uno per i lavori che non c’entrano con la vostra formazione e uno invece attinente al vostro percorso. 

Un’altra parte importante è quella degli interessi, in Francia la tengono in considerazione, quindi non trascuratela.

Non lasciate un CV scarno e bianco, abbellitelo inserendo colonne e colori, cercate di renderlo graficamente interessante, deve attirare l’attenzione!

Se vi siete iscritti al Pole Emploi, già dal primo incontro avete a disposizione un aiuto gratuito per impostare il CV.

Eventualmente, se non volete aspettare l’appuntamento del Pole Emploi, potete rivolgervi all’associazione 7Accueil, vi daranno aiuto sia per la ricerca del lavoro sia per la redazione del CV. 

Lettera di motivazione

Per qualsiasi lavoro per il quale vi proponete dovete scrivere una lettera di motivazione. Per facilitarvi la ricerca del lavoro preparatevi due bozze che modificherete di volta in volta.

Mi raccomando, la lettera di motivazione è molto importante, non sottovalutatela. Viene letta sempre, se non la inviate rischiate di non essere presi in considerazione. Cercate di essere il più spontanei possibile, parlate delle vostre qualità e delle competenze che avete acquisito non solo grazie agli impieghi che avete sostenuto ma anche grazie alle vostre esperienze di vita. In questo modo risulterete più naturali, chi vi leggerà riuscirà a farsi un’idea di voi e di conseguenza a ricordarsi della vostra esistenza.

Vale molto di più quello che sapete fare e come vi presentate piuttosto che una lunga lista pomposa e statica dei vostri lavori.

Avete trovato il lavoro ma non la casa? Provate a dare una letta a questo articolo.

Spero che questa pagina sia utile, cercherò di perfezionarla col tempo, per qualsiasi domanda o consiglio scrivetemi quando volete!

Condividete!

Buon -scontato- lavoro 😉

Anna